image_pdfimage_print

Pasqua di Resurrezione 2021

Care colleghe e cari colleghi Il silenzio è di nuovo caduto nelle nostre vite, ci circonda nelle strade nelle quali ci muoviamo furtivi e guardinghi, evitando gli sguardi, parlandoci a distanza. Il papa ieri ha davvero interpretato il pensiero di tutti, dicendo che ”l’anno scorso eravamo choccati, quest’anno più provati”....

Continua a leggere

Natale 2020: gli auguri del direttore

NATALE 2020 Perché ho scelto questa immagine* come espressione di auguri per  questo Natale 2020? Ne ho scartate molte; alla fine, mi sono fermato su questa, perché mi è sembrata interpretare il tempo che viviamo: l‘immagine di questa Nascita (con la croce che viene portata via) meglio di altre, visivamente...

Continua a leggere

Apre a Pistoia “Scholas Occurrentes”, la scuola del Papa

Martedì 10 dicembre ha avuto luogo la presentazione ufficiale della sede all’interno del Monastero delle Benedettine di Pistoia della scuola di voluta da Papa Francesco, che porterà in Toscana le nuove metodologie educative testate negli oltre 190 paesi dove è presente Scholas. PISTOIA – Chitarra, canti, sorrisi, abbracci e mate. Neanche...

Continua a leggere

Un’altra opportunità

L’augurio per il nuovo anno scolastico dell’Ufficio per la pastorale della Scuola e dell’Educazione. Un nuovo anno scolastico è ormai all’inizio. Ci sentiamo di rivolgere agli studenti, alle loro famiglie, agli insegnanti, ai dirigenti, a tutto il personale della scuola di ogni ordine i nostri più sinceri auguri. Ogni inizio...

Continua a leggere

Il vescovo Tardelli incontra gli insegnanti di Pistoia

Continua il dialogo con l’universo della scuola iniziato lo scorso settembre con la lettera del vescovo agli insegnanti PISTOIA – Un incontro con gli insegnanti di Pistoia per parlare di scuola e della sfida educativa: questa è l’iniziativa dell’ufficio per la pastorale scolastica e dell’università e l’ufficio per l’insegnamento della...

Continua a leggere

UFFICIO SCUOLA: UN SOGNO PER IL PRIMO GIORNO DI SCUOLA

Cosa avrei voluto sentirmi dire dai miei insegnanti o cosa vorrei che i miei insegnanti mi dicessero. Il racconto delle vacanze? No. Quelle dei miei compagni? No. Saprei già tutto. “Devi studiare? Sarà difficile? Bisognerà impegnarsi di più?”. No, no grazie. Lo so. Per questo sto qui e, poi, dall’orecchio...

Continua a leggere