Un corso per imparare a leggere in Chiesa

image_pdfimage_print

L’Ufficio liturgico della Diocesi di Pistoia propone un breve itinerario di formazione per quanti proclamano la parola di Dio. Conoscere la spiritualità del lettore, le tecniche e l’uso del microfono in quattro lezioni. Un’ultima lezione nella chiesa di Sant’Andrea: dove il pulpito è il luogo della Parola per eccellenza.

Se ascoltare è un’arte, nemmeno leggere è cosa da nulla. Chi frequenta la messa sa che non basta aver gli orecchi buoni per udire la Parola di Dio; per intenderla (come si può) occorre che chi legge sappia farlo per davvero. Un servizio semplice, che chiede però di essere svolto con grande attenzione.  Può capitare, purtroppo, pur con tutta la buona volontà dei lettori “della domenica” che -come fa notare l’ufficio liturgico diocesano- la lettura in Chiesa a volte sia «sciatta» e «senza partecipazione»: una lettura che «addolora e deprime»piuttosto di dare slancio e speranza. Una buona lettura fa la differenza: «i lettori – ricorda don Luca Carlesi, direttore dell’ufficio liturgico – prestano a Dio la propria voce e di fatto condizionano, con la loro lettura e intelligenza del testo, la stessa comprensione dell’assemblea dei fedeli».

L’ufficio liturgico della diocesi di Pistoia – sollecitato dal monsignor Fausto Tardelli- desidera venire in soccorso di quanti abitualmente proclamano in parrocchia la parola di Dio con un  vero e proprio “corso per lettori”.

L’iniziativa propone quattro lezioni guidate da “esperti”: nella prima lezione (6 novembre) don Luca Carlesi toccherà il tema della spiritualità del lettore e nella successiva (13 novembre) illustrerà l’ordinamento  del messale e del lezionario, il libro cioè, che contiene le letture della messa, mentre Don Alessio Bartolini, tratterà il tema “Bibbia come Parola di Dio”; nella lezione successiva (20 novembre) saranno elementi più “tecnici” e suggerimenti pratici per la lettura (il tono della voce, le pause, il respiro..) a cura di alcuni tra i giovani attori che hanno proposto in Battistero – a chiusura del festival “i linguaggi del divino” lo spettacolo “Oltre me”.

Non mancherà un’attenzione particolare all’uso del “microfono: nell’ultima lezione (27 novembre) l’ingegner Giuseppe Gori darà indicazioni su come posizionarsi correttamente davanti al microfono ed evitare rumori fastidiosi.  L’incontro finale, infatti, si svolgerà nella chiesa di Sant’Andrea per provare direttamente “sul campo”  quanto appreso.  Un luogo decisamente segnato dalla proclamazione della Parola, come testimonia lo straordinario pulpito di Giovanni Pisano a cui don Luca Carlesi dedicherà un approfondimento.

Ad eccezione dell’ultima lezione, il corso, previsto nei mercoledì del mese di novembre, si svolgerà in seminario (via Puccini, 36 – Pistoia) alle ore 21. L’iniziativa, rivolta principalmente ai lettori “istituiti” (quanti cioè hanno ricevuto un vero e proprio ministero ecclesiale, conferito dal vescovo) è aperta anche ai lettori “di fatto”: quelle persone di ogni età ed estrazione a cui, con varia regolarità, viene chiesto di alternarsi per leggere, durante le messe, brani delle sacre scritture.

Per info: ufficioliturgico@diocesipistoia.it

 

I commenti sono chiusi .