Tre inviti per il Rinnovamento

image_pdfimage_print

Il vescovo incontra i pastorali di servizio del Rinnovamento nello Spirito Santo

Per il Rinnovamento nello Spirito Santo, come del resto per ogni movimento e aggregazione laicale, l’incontro con il proprio vescovo è sempre un’esperienza speciale, ricca e feconda, da ricevere come una grazia che viene direttamente da Dio.
Abbiamo quindi accolto con profonda gratitudine l’invito per un incontro, rivolto dal nostro vescovo, mons. Fausto Tardelli, ai Pastorali di servizio che sono stati eletti, negli scorsi mesi di ottobre e novembre, per guidare durante il prossimo quadriennio i gruppi del RnS presenti nella diocesi di Pistoia.

L’incontro si è svolto nella serata di mercoledì 11 dicembre, nella sala presbiterale del Seminario vescovile di Pistoia, ed ha visto la partecipazione dei Pastorali di servizio neoeletti, dei Referenti diocesani dell’ambito “Famiglia” e dell’ambito “Giovani”, del Comitato diocesano di servizio e del Direttore regionale, Lorenzo Carradori, tutti facenti parte del Rinnovamento nello Spirito Santo della diocesi di Pistoia.

Dopo un momento di preghiera di lode, con l’invocazione dello Spirito Santo, ogni Pastorale di servizio ha presentato il proprio gruppo, descrivendo brevemente gli aspetti particolari dell’esperienza vissuta nel contesto ecclesiale in cui è chiamato ad operare. In tutti gli interventi è stato possibile cogliere la disponibilità, manifestata al Vescovo, ad operare attivamente nella comunità, mettendo i propri doni a servizio delle necessità delle parrocchie e della società.
È seguito, quindi, l’intervento di mons. Tardelli, nel quale ci è sembrato di poter cogliere, in modo particolare, tre “inviti”, rivolti a noi e alla realtà di cui facciamo parte.

In primo luogo, l’invito a considerarci, come movimento ecclesiale, una parte importante della Chiesa pistoiese, non un’appendice, ma una delle membra del corpo di Cristo, attraverso i carismi ricevuti dal Signore e offerti umilmente a servizio del bene comune.

In secondo luogo, il sapere che il Rinnovamento, in quanto corrente di grazia, è chiamato a sentirsi continuamente guidato dallo Spirito Santo, diventandone testimone sempre più credibile ed efficace, anche a beneficio della diocesi.

In ultimo, la chiamata a lavorare per l’unità della comunità, facendo la propria parte affinché la diversità dei carismi generi comunione e non divisione, con il desiderio sempre vivo di cogliere nell’altro il riflesso della grazia donata da Dio a tutto il corpo.

Al termine del suo intervento, mons. Tardelli ha impartito la benedizione ai singoli Pastorali di servizio, consegnando loro una copia della Lettera pastorale «…E di me sarete testimoni», per l’anno 2019/2020. Come rappresentanti del RnS della diocesi, abbiamo accolto questo segno confermando la disponibilità del movimento ad operare concretamente ed in comunione con le altre realtà della diocesi, per andare incontro alle «attese di Vangelo» tratteggiate dal Vescovo nella lettera pastorale. Abbiamo anche preso l’impegno di accompagnare, con la preghiera e con quanto ci verrà eventualmente richiesto, la preparazione del prossimo Sinodo diocesano, facendo sì che lo «stile sinodale» divenga sempre più il modo di essere e di operare dei gruppi e delle comunità del Rinnovamento.

Andrea Mattonelli, Andrea Bonifacio, Giuseppe Tormentoni
Comitato diocesano di servizio del RnS

I commenti sono chiusi .