Appuntamento in cattedrale per la Candelora

image_pdfimage_print

Domenica 2 febbraio si celebrano in cattedrale gli anniversari di professione religiosa e il rito dell’ammissione agli ordini sacri per due seminaristi della Diocesi.

Domenica 2 febbraio ricorre la festa della Presentazione al tempio di Gesù, detta Candelora. In questo giorno la liturgia propone le parole di Simeone che indicano Gesù «luce per illuminare le genti» (Lc 2,32) e vive la suggestione della benedizione delle candele.

Mons. vescovo celebrerà la santa messa della festa alle ore 18 in Cattedrale. Il 2 febbraio la Chiesa Cattolica festeggia anche la Giornata mondiale per la vita consacrata; durante la messa, infatti, saranno celebrati gli anniversari di professione religiosa dei consacrati e delle consacrate della nostra diocesi, mentre i seminaristi Andrea Torrigiani e Alessio Biagioni saranno ammessi agli ordini sacri. Un’occasione in più per partecipare alla solenne liturgia in Cattedrale. Con il rito dell’ammissione la chiesa riconosce una sufficiente maturazione nel cammino vocazionale di un seminarista. La Chiesa, infatti, ne accoglie l’offerta di sé, lo sceglie e lo chiama, perché si prepari a ricevere in futuro l’Ordine Sacro.

Parteciperanno alla messa anche circa 80 pellegrini della Confraternita di San Giacomo Apostolo di Perugia che percorreranno a piedi il “cammino di San Jacopo” che porta da Lucca a Pistoia. Il loro pellegrinaggio inizia il 1 febbraio da Lucca con la benedizione del vescovo Giulietti, dal 1996 assistente spirituale della Confraternita, prevede quindi una sosta a Pescia dove li attenderà per un saluto mons. Roberto Filippini. I pellegrini arriveranno  a Pistoia nel pomeriggio del 2 febbraio, in tempo per la santa messa in cattedrale presieduta dal vescovo Tardelli. Qui, secondo un’antica tradizione, al termine della celebrazione eucaristica, riceveranno la benedizione del vescovo e la “jacopea”: l’attestato che certifica l’avvenuto pellegrinaggio a Pistoia per la venerazione della reliquia del santo apostolo Giacomo.

I commenti sono chiusi .