ANZIANI E ALZHEIMER: L’ECCELLENZA PISTOIESE

image_pdfimage_print

Il 18 e il 19 Maggio a Montecatini Terme si è svolto un importante convegno nazionale sui Centri Diurni Alzheimer. È il nono appuntamento promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia in collaborazione con i Centri Diurni Monteoliveto.

Il vescovo Tardelli è intervenuto all’apertura del convegno sottolineando l’importanza della presenza di questi centri sul territorio pistoiese e del prezioso lavoro che in essi vi viene svolto. Un particolare ringraziamento lo ha rivolto al professor Giulio Masotti, presidente onorario della Società Italiana di geriatria e gerontologia e da sempre attivo nei centri di Pistoia.

Al convegno di Montecatini è stato presentato anche un cortometraggio realizzato dal regista Gabriele Cecconi presso il Centro Diurno Alzheimer. «Il cortometraggio – ha spiegato Francesca Longinotti, coordinatrice dei due centri diurni di Pistoia – ben evidenzia uno dei principali obiettivi delle equipe che prestano servizio presso i Centri di Monteoliveto: la stimolazione degli ospiti attraverso la musicoterapia e attività ricreative-occupazionali». La coordinatrice ha inoltre ringraziato i familiari degli ospiti che hanno dato l’autorizzazione alle riprese e quindi permesso la pubblicazione del cortometraggio.

I centri di Pistoia, che oggi rappresentano una risposta importante per le difficili situazioni di tante famiglie, sono stati voluti con ostinazione e tenacia dal vescovo Simone Scatizzi nei locali della Casa dell’Anziano e del Seminario vescovile di Pistoia, ed oggi costituiscono un fiore all’occhiello della nostra diocesi.

Il centro Diurno per Anziani disabili, che ha avviato la propria attività nel 1996, è stato concepito e realizzato per disabilità di vario tipo, ivi compresa la disabilità associata a deterioramento cognitivo. Nel centro sono ospitate circa 25 persone al giorno di cui 16 non autosufficienti e 9 con limitata autonomia per sei giorni a settimana. Molti altri lo frequentano in base alla proprie necessità.

Il centro Diurno Alzheimer presenta dei locali attrezzati e all’avanguardia per i propri ospiti ed è anche fornito di un giardino Alzheimer, realizzato con la collaborazione di due aziende vivaistiche pistoiesi, progettato per passeggiate in sicurezza e arricchito da piante tipiche del territorio. Attualmente frequentano il Centro 14 persone al giorno per sei giorni la settimana, insieme a numerosi altri utenti saltuari.

Entrambi i centri offrono assistenza infermieristica, attività di rieducazione funzionale, riabilitazione neuromotorie e stimolazione cognitiva. Accanto a queste attività è offerta un’assistenza socio-assistenziale e il trasporto a domicilio tramite mezzi idonei. Nei centri si svolgono anche momenti ricreativi, culturali e occupazionali.

Dal 2018 la Casa dell’Anziano è stata assorbita dalla Fondazione Sant’Atto per l’inclusione e la solidarietà ONLUS su volere del vescovo Tardelli. La fondazione è il braccio operativo della diocesi di Pistoia che intende promuovere, coordinare e valorizzare le esperienze di carità, accoglienza e solidarietà.

Daniela Raspollini

I commenti sono chiusi .