I commenti sono off per questo post

FERRUCCIA E BARBA SALUTANO IL NUOVO PARROCO

Don Marius Vorga è il nuovo parroco di Ferruccia e Barba. Il suo ingresso in parrocchia si svolgerà, con la partecipazione del Vescovo Tardelli, domenica 18 ottobre alle ore 18.30.

Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo ad ogni creatura” (Marco 16,15): è questo il mandato missionario di Gesù che oggi risuona nelle parrocchie dei Santi Filippo e Giacomo a Ferruccia e di Santa Maria Immacolata al Barba.
Desideriamo prima di tutto ringraziare il vescovo, monsignor Fausto Tardelli per la sollecitudine con cui ha nominato il successore del carissimo don Enrico Pretelli -monsignore- tornato alla casa del Padre il mercoledì 17 giugno. A lui il nostro ricordo affettuoso ed una richiesta di preghiera.
Il nuovo parroco è don Marius Vorga, nato e cresciuto in Romania è stato ordinato sacerdote nella nostra diocesi ed ha svolto il ruolo di vicario presso la propositura di Quarrata con il servizio specifico nella prioria di San Giuseppe Artigiano in Violina.
Le nostre comunità esprimono un saluto cordiale e fiducioso a don Marius di cui abbiamo conosciuto in questi mesi le doti spirituali.
Dall’atto di nomina apprendiamo della collaborazione affidata ad altri parroci del vicariato: don Patrizio Fabbri per la Ferruccia e don Roberto Razzoli al Barba, anche a loro i nostri fervidi saluti.
Siamo consapevoli sia del servizio che il ministro ordinato svolge nella comunità ad immagine del buon pastore, ma anche dell’indispensabile impegno collaborativo dei fedeli laici e, nel nostro caso, anche delle religiose, le suore Ancelle del Sacro Cuore presenti in parrocchia da quasi un secolo e da noi molto stimate.
Tutti insieme dovremmo sentirci coinvolti perché ognuno trovi nella parrocchia disponibilità e comprensione per essere accompagnato durante la vita con i sacramenti e da quella vicinanza spirituale che genera amicizia e comunione al di sopra delle divergenze e dei limiti di ciascuno.
Le tradizioni religiose e le iniziative pastorali, le storiche realtà associative ed i progetti da realizzare sono connotati delle due comunità, ma soprattutto la nostra fede attende di essere irrobustita perché sia comunicata più diffusamente e testimoniata con maggiore coerenza.
Essendo parte della chiesa diocesana siamo in cammino verso l’importante Assembla Sinodale voluta con lungimiranza dal vescovo; in vista del V Convegno della Chiesa Italiana che si svolgerà a Firenze, ci sentiamo impegnati nella ricerca di un nuovo umanesimo da vivere nel quotidiano. Le modalità indicate da Papa Francesco ci aiuteranno ad essere credenti più responsabili ed operosi.
Inizia oggi il cammino di don Marius insieme a noi: un cammino che sarà principalmente spirituale, vissuto nella liturgia e nei sacramenti, ma anche umano e quindi caratterizzato da tante relazioni. A lui fin da adesso offriamo la nostra sincera amicizia ed il nostro autentico affetto.
La Madonna del Rosario che veneriamo solennemente nel mese di ottobre ci assista e conduca le nostre preghiere al Figlio. Dio Padre onnipotente non farà mancare i suoi doni di grazia. Gesù maestro buono educhi i nostri cuori animati dalla forza dello Spirito Santo, affinché ciascuno renda una testimonianza credibile nei propri contesti di vita.
A don Marius, ma anche a tutti noi, vogliamo ricordare quell’incoraggiante invito come augurio per il tragitto da compiere insieme: “Duc in altum!” (Luca 5,4, Novo millennio Inuente – Lettera apostolica di Giovanni Paolo II 2001) -Prendete il largo- a lode e gloria del nostro Signore Gesù Cristo.

Le comunità parrocchiali di Ferruccia e Barba

image_pdfimage_print

I commenti sono chiusi .