I commenti sono off per questo post

ERNESTO BONAIUTI: TRA CRISTIANESIMO E MODERNITÀ

Venerdì 15 aprile alle ore 21.00, presso il Seminario Vescovile (via Puccini, 36 – Pistoia)

il Centro Culturale “J. MARITAIN”  organizza un incontro-dibattito sul tema:
Ernesto Bonaiuti
tra cristianesimo e modernità

Relatore: Fabrizio Chiappetti
della Fondazione Romolo Murri di Urbino

Segue dibattito

Scomunicato, da sacerdote, per la formulazione delle sue idee moderniste e destituito, da docente universitario di Storia del cristianesimo, per non aver prestato al giuramento fascista, Ernesto Bonaiuti (1881-1946) non ha certo anteposto il carrierismo o il quieto vivere alla vocazione, fervente e autentica, della ricerca della verità.
Il suo lascito maggiore, imponente e approfondito, è costituito dalle opere di carattere storico, come i Saggi sul cristianesimo primitivo (1923), Il cristianesimo nell’Africa romana (1928) e le biografie su Martin Lutero e Gioacchino da Fiore.
Le sue posizioni ideali vicine a Loisy, Blondel, Bergson prima e R. Otto e A. Schweitzer poi, contribuirono a sostanziare tuttavia anche un robusto pensiero teologico e filosofico, con il quale, da una parte, criticò la sua Chiesa per aver smarrito lo spirito originario, ma, dall’altro, la difese nel suo aspetto sacramentale e anche gerarchico.
Nel suo Programma dei modernisti, pubblicato anonimo, e nelle sue manifeste Lettere di un prete modernista, Bonaiuti solleva la sua protesta contro il “razionalismo teologico”, freddo e disincarnato, di certi neoscolastici e contro la burocrazia sacramentale di certa curie, in favore della freschezza e della purezza del messaggio evangelico originario.
Modernismo, per Bonaiuti, significava soprattutto il recupero di questo spirito.
Una sfida e un richiamo che è opportuno e ripetere ed approfondire in tutte le epoche.

Fabrizio Chiappetti
Nato a Jesi nel 1974. Dopo la maturità scientifica ha studiato all’Università Alma Mater di Bologna, conseguendo la laurea in Filosofia (1998) e il dottorato in Studi religiosi (2009).
Nel 2000 è stato abilitato all’insegnamento di Lettere nelle Scuole Secondarie e di Filosofia e Storia nei Licei. Dal 2001 sono docente di Lettere nelle Scuole Secondarie di Primo Grado.
È membro della Fondazione Rosellini per la Letteratura popolare e della Fondazione Murri – Centro studi per la storia del Modernismo.
Ultimo libro pubblicato: La formazione di un prete modernista. Ernesto Buonaiuti e “Il Rinnovamento” (2012).

bonaiuti

image_pdfimage_print

I commenti sono chiusi .