I commenti sono off per questo post

UNA VEGLIA PER IL SINODO

StampaSabato 3 Ottobre, alle ore 21.00, nella Chiesa di San Francesco a Pistoia si svolgerà una Veglia di Preghiera in occasione dell’apertura del Sinodo sulla Famiglia. Presiederà la Veglia il vescovo Fausto Tardelli.

L’appuntamento, promosso dall’Ufficio Nazionale per la Pastorale della Famiglia, si svolgerà in molte città italiane e anche in Piazza San Pietro a Roma (dalle ore 18 alle 19.30). E’ possibile partecipare anche attraverso uno schema di preghiera da recitare in famiglia (Clicca qui per scaricare il sussidio preparato dalla CEI).

In proposito pubblichiamo un intervento di Piero Pierattini (Ufficio Famiglia Diocesi di Pistoia).

Ci stiamo avvicinando a un momento storico: l’apertura del Sinodo dedicato alla Vocazione e Missione della Famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo” che si terrà in Vaticano dal 4 al 25 ottobre.

In questi ultimi mesi abbiamo sentito parlare molto di Sinodo della Famiglia. Ma cos’è un sinodo?
Il sinodo riunisce Vescovi (non tutti, ma soltanto una parte il più possibile rappresentativa e con diritto di voto) e rappresentanti qualificati della Chiesa (esperti, uditori o delegati anche laici, ma senza diritto di voto) per prestare consiglio al Papa in problemi riguardanti la fede, la pastorale e la vita della Chiesa.
Il termine sinodo deriva dal greco syn (insieme) e odòs (cammino). L’origine del termine ci fa capire immediatamente che il sinodo richiede la partecipazione di tutti i battezzati ad un “cammino comune”.
Per questo Papa Francesco, ritenendo importante e centrale per l’attività della Chiesa chiarire alcuni aspetti riguardanti la Famiglia, ha indetto un Sinodo straordinario nell’ottobre 2014 ed uno ordinario nell’ottobre 2015.
Ma l’aspetto più rilevante è che il Papa ha chiesto alle diocesi di tutto il mondo, alle associazioni e ai movimenti ecclesiali, di rispondere ad un questionario in preparazione del Sinodo straordinario, sia in vista dell’ormai prossimo Sinodo ordinario dell’ottobre 2015.
Il Papa ha sottolineato più volte che occorre essere aperti al mondo contemporaneo, ma senza dimenticare i fondamenti della fede cristiana, con un orecchio attento ad ascoltare la gente e l’altro in ascolto della voce di Cristo. D’altra parte è dovere dei pastori, in primo luogo, ma anche di tutto il popolo cristiano, porsi al servizio del prossimo e accompagnare i fratelli in difficoltà.

Roma 6-10-2014 Aula del Sinodo Papa Francesco apre i lavori del Sinodo straordinario per la famiglia ad accogliere il Papa i Cardinali e i Vescovi venuti da tutto il mondo Ph: Cristian Gennari/Siciliani

Già lo scorso anno nella sua Lettera alle Famiglie Papa Francesco scriveva: “il sostegno della preghiera è quanto mai necessario e significativo specialmente da parte vostra, care famiglie. Infatti, questa Assemblea sinodale è dedicata in modo speciale a voi, alla vostra vocazione e missione nella Chiesa e nella società. Pertanto vi chiedo di pregare intensamente lo Spirito Santo, affinché illumini i Padri sinodali e li guidi nel loro impegnativo compito“.

Per questo scopo siamo invitati a vivere un momento di preghiera e testimonianza di fede attorno al Sommo Pontefice e ai Padri Sinodali. Ci ritroveremo tutti insieme sabato 3 Ottobre alle ore 21,00 presso la Chiesa di san Francesco per pregare guidati dal nostro Vescovo.
Sarà bello sentirsi tutti uniti e il momento storico che stiamo attraversando ci chiede di fare il possibile per partecipare, mostrando in unità tutta la bellezza della Famiglia. Concludiamo con le parole del Segretario della Conferenza Episcopale Italiana Mons. Nunzio Galantino: “Abbiamo una grande necessità di far vedere la bellezza della famiglia che è in Italia. La nostra vera forza è rimanere ancorati alla realtà con la consapevolezza che la realtà è superiore all’idea: e la realtà è la famiglia”.

I commenti sono chiusi .