I commenti sono off per questo post

LE PAROLE DELLA RICONCILIAZIONE. CONCLUSA LA SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI

Il tema scelto quest’anno per la settimana di Preghiera per l’unità dei Cristiani è un invito alla riconciliazione: L’amore di Cristo ci spinge verso la riconciliazione (cfr. 2 Corinzi 5, 14-20).

Lo spunto è arrivato dall’Esortazione Apostolica Evangelii Gaudium, dove al paragrafo n.9 del capitolo intitolato “La dolce e confortante gioia di evangelizzare” è citato il versetto paolino. In quel testo il papa scrive: “Il bene tende sempre a comunicarsi. Ogni esperienza autentica di verità e di bellezza cerca per se stessa la sua espansione, e ogni persona che viva una profonda liberazione acquisisce maggiore sensibilità davanti alle necessità degli altri. Comunicandolo, il bene attecchisce e si sviluppa. Per questo, chi desidera vivere con dignità e pienezza non ha altra strada che riconoscere l’altro e cercare il suo bene. Non dovrebbero meravigliarci allora alcune espressioni di san Paolo: «L’amore del Cristo ci possiede (“spinge”, secondo la traduzione CEI2008, ndr)» (2 Cor 5,14); «Guai a me se non annuncio il Vangelo!» (1 Cor 9,16)”.

L’amore di Cristo ci spinge, dunque, non soltanto a comunicare il Vangelo come tesoro di bene che non può essere che condiviso, ma anche a “riconoscere l’altro”, “cercare il suo bene”, a riconciliarci tra cristiani appartenenti a confessioni diverse.

Il tema dell’anno è stato proposto dal Comitato organizzatore tedesco nella ricorrenza dei 500 anni della Riforma. Anche il sussidio preparato per questo ottavario di preghiera tiene particolarmente presente questo anniversario. Nell’introduzione, infatti, si legge:

Nel 1517 Martin Lutero espresse preoccupazione per quelli che egli considerava abusi nella chiesa del suo tempo, rendendo pubbliche le sue 95 tesi. Il 2017 marca il 500° anniversario di questo evento chiave all’interno dei movimenti di Riforma che hanno segnato la vita della chiesa occidentale per diversi secoli. Questo evento ha costituito un tema controverso lungo tutta la storia delle relazioni tra le chiese in Germania, e fino ai nostri giorni”.

A partire dal Concilio Vaticano II l’impegno ecumenico tra la Chiesa Cattolica e quelle riformate si è fatto sempre più intenso e proficuo ed è culminato recentemente, in occasione visita in Svezia di papa Francesco, nella dichiarazione congiunta di Lund. In occasione dei 500 anni della Riforma una commissione Luterano-cattolica ha lavorato insieme “per giungere ad una comprensione comune della commemorazione. Il suo importante rapporto Dal conflitto alla comunione riconosce che entrambe le tradizioni si accostano a questo anniversario in un’epoca ecumenica, con i risultati di cinquant’anni di dialogo al loro attivo, e con una rinnovata comprensione della loro storia e della loro teologia. Distinguendo gli aspetti polemici dagli stimoli teologici della Riforma, i cattolici sono ora in grado di ascoltare la sfida di Lutero alla Chiesa di oggi, riconoscendolo un “testimone del vangelo” (Dal conflitto alla comunione n. 29). E così, dopo secoli di reciproche condanne e vilipendi, nel 2017 i cristiani luterani e cattolici, per la prima volta, commemoreranno insieme l’inizio della Riforma.

Da questo accordo, e in considerazione del più ampio contesto ecumenico, emerge il forte tema della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani di quest’anno: “L’amore di Cristo ci spinge verso la riconciliazione” (cfr. 2 Cor 5, 14-20).

Anche la nostra Diocesi, grazie al coordinamento di Don Roberto Breschi, delegato vescovile per l’ecumenismo e il dialogo, ha celebrato questa settimana di preghiera in un clima di amicizia e rispetto reciproco per vivere insieme la riconciliazione.

Vi proponiamo di seguito gli interventi offerti dal:

pastore Mario Affuso (Chiesa Apostolica Italiana) pronunciato Venerdì 20 gennaio 2017, presso la Chiesa di Sant’Andrea in occasione della Celebrazione Ecumenica della Parola di Dio

L’intervento di Valdo Pasqui (Chiesa Valdese), pronunciato il 22 gennaio 2017 in occasione del Culto di Adorazione presso la Chiesa Cristiana Evangelica Battista (Pistoia, via San Marco, 9)

Le considerazioni di pr. Gabriel Dimitru che in occasione della Settimana di Preghiera ha presieduto i Vespri presso la Chiesa Ortodossa Rumena (Chiesa di Santa Maria Liberata o Madonna del Soccorso in via San Bartolomeo)

Daniela Raspollini

image_pdfimage_print

I commenti sono chiusi .