I commenti sono off per questo post

I LINGUAGGI DEL DIVINO. DA OTTOBRE UN PERCORSO TEOLOGICO ATTRAVERSO LA EVANGELII GAUDIUM

2017 Carissimi, la nostra Settimana teologica giunge quest’anno alla sua trentesima edizione. “Inventata” con lungimiranza da Mons. Frosini, è stata da lui portata avanti con impegno fino ad oggi. Si tratta di un patrimonio importante della Chiesa pistoiese che non solo non può venir meno ma che deve essere sempre più valorizzato e apprezzato. Trenta anni sono pochi e allo stesso tempo son tanti. Soprattutto in relazione al vorticoso mutare delle stagioni e ai cambiamenti anche epocali che stiamo attraversano. Con una felice battuta, Papa Francesco ha affermato che non siamo semplicemente di fronte a un tempo di cambiamenti bensì a un cambiamento d’epoca.

Anche la nostra Settimana teologica aveva dunque necessità di un aggiornamento e quindi ho pensato a una edizione speciale per il suo trentennale, prendendo spunto anche dal fatto che Pistoia quest’anno è la capitale italiana della cultura.

La novità più grossa è che l’edizione 2017 non si svolgerà più come era tradizione in una sola settimana bensì in due mesi, dai primi di ottobre ai primi di dicembre. Più che di una “settimana teologica” si è dato vita così a una “rassegna teologica” diluita nel tempo. L’obiettivo è ampliare la partecipazione a una iniziativa che non vuole essere indirizzata soltanto alla chiesa pistoiese ma all’intera città.

Accanto a questa novità c’è anche quella di accompagnare le classiche conferenze di carattere teologico con altri appuntamenti a latere, che hanno una fisionomia più culturale, artistica e musicale. A questa “Rassegna teologica” è stato dato il titolo de “I LINGUAGGI DEL DIVINO. UN PERCORSO TEOLOGICO ATTRAVERSO LA EVANGELII GAUDIUM DI PAPA FRANCESCO”.

Il tema dunque è la Esortazione apostolica considerata dal Papa il suo manifesto programmatico, affidato in modo speciale alla chiese che sono in Italia nell’ultimo Convegno ecclesiale di Firenze. Riprenderemo il tema della gioia del Vangelo, della riforma della chiesa in 2 senso missionario auspicata dal Papa, riflettendo sui verbi tipici della Esortazione apostolica: uscire, annunciare, educare, abitare, trasfigurare.

Terza novità dell’edizione del trentennale è che il luogo degli incontri non sarà più il seminario, bensì luoghi più “laici”, per indicare il nostro desiderio di dialogo con l’intera città. Quindi si spazierà dalla Sala maggiore del Comune, all’antico palazzo dei vescovi.

Credo che particolarmente ogni presbitero o diacono, come pure ogni laico che intenda vivere appieno la sua appartenenza alla chiesa, come pure ogni uomo e donna che voglia avvicinarsi a una riflessione teologica non astratta, ma calata nel contesto del nostro vivere quotidiano non possa fare a meno di partecipare.

+ Fausto Tardelli

La presentazione del programma alla stampa e alla città, avrà luogo Lunedì 17 luglio alle ore 17.00 presso il Battistero di San Giovanni in Corte.

image_pdfimage_print

I commenti sono chiusi .