Arcipretura
Abitanti: 250
Vicariato: Ombrone – Limentra
Provincia di: Pistoia
Indirizzo: Via di Treppio 1 – 51020 Treppio (Pt)
Telefono: 0573 890085

Parroco:Villa Padre Pietro (Preti di Betharram)

Orario messe:

Prefestivi: ore 16.00

Feriali: ore 7.30

Festivi: ore 10.00

Con una cartula promissionis del 15 Giugno 1086 Sigifredo di Agichi garantì al vescovo di Pistoia il pacifico possesso del castello della Sambuca, offrendo in garanzia tutti i suoi beni dell’alto Appennino, esclusi solo la corte ed il castello di Treppio dove probabilmente era la sua dimora (RCP, Vescovado, 12). La vallata di Treppio fu a lungo contesa tra Bologna e Pistoia, ma dopo una guerra tra le due città agli inizi del secolo XIII, nella pace del 1215 e nei successivi protocolli del 1219, Treppio fu riconosciuta soggetta a Pistoia (Liber Censuum, 44 e 89 b) e nel 1244 era già sede di un comune rurale (Liber Focorum, D, XXIX). La zona di Treppio come gran parte delle vallate delle Limentre rimase però sotto la giurisdizione ecclesiastica di Bologna: negli elenchi della decima del 1300 la ecclesia S. Michaelis de Treppio risulta compresa nel plebato di Succida (Decime, Aemilia, 2853). La chiesa, che già in precedenza era stata elevata alla dignità di arcipretura, fu trasferita alla diocesi di Pistoia con breve apostolico di Pio VI del 27 Agosto 1784 (ZAGNONI, p. 383) e ad essa furono poi sottoposte, dal vescovo Ricci le parrocchie di Torri e Fossato, già bolognesi, e quella pistoiese di Pian del Toro nella zona del Monachino (ibidem). La chiesa, trasformata nel secolo XVII, fu ulteriormente ampliata nell’ultimo decennio del secolo successivo, epoca nella quale fu eseguita anche la nuova imponente facciata (Repertorio, p. 210). Il titolo di arciprete, abolito sotto il vescovo Ricci, fu ripristinato dai vescovi successivi: nel 1808 è già registrato l’arciprete Pellegrino Ulivi (AVP, I, Varie, in corso di riordinamento, Stato del Clero 1808).

BIBL. REPETTI, V, pp. 591 592, A. B[UTELLI], Intorno a Treppio, Firenze, 1918; Patrimonio, p. 296; Repertorio, pp. 210-214; Treppio in Montagna Pistoiese 1981, pp. 24 31; M. BRUSCHI, P. DONATI, L’organo della chiesa di Treppio, Pistoia, 1981; M. BRUSCHI, Un carteggio inedito fra Scipione de’ Ricci vescovo di Pistoia e Prato e Bartolomeo Ulivi pievano di Treppio, Pistoia, 1982.

image_pdfimage_print