image_pdfimage_print

pi-popiglio_chiesa

Pieve
Abitanti : 620
Vicariato : Reno e della Montagna
Provincia di : Pistoia
Indirizzo : Piazzetta della chiesa 1 – 51020 (Pt)
Telefono : 0573 674023

Amministratore Parrocchiale : Tabiszewski Don Adam Waclaw

Orario messe

Sabato : ore 16.00 (ore 17:00 nei mesi di giugno, luglio e agosto)

Festivi : ore 10.30

Una ressortis in finibus a Pupillio è documentata nel Luglio 1062 (RCP, Canonica, 133), mentre il territorio della plebs S. Mariae et S. Iohannes Baptiste sito Pupillio è ricordato in una cartula del Settembre 1074 (ibidem, 168). Nel secolo XII il vescovo vantava diritti patrimoniali su una curtis e sul castellum de Pupillio (RCP, Vescovado, 2128). La pieve è riconosciuta al vescovo di Pistoia dalla bolla di Innocenzo II del 21 Dicembre 1133 (ibidem, 22) e da quelle successive (per il secolo XII: ibidem, 28, 34, 43). La pieve originaria era in posizione diversa da quella attuale, verso valle, in località Cafaggio (ne rimangono alcuni resti incorporati in una casa colonica); ma nel secolo XIII fu costruita la nuova chiesa, ancor oggi esistente, ai piedi del monte sulla cima del quale era la “rocca Sicurana”, potente castello di confine del districtus pistoiese (Liber Censuum, 866, p. 498). La zona attorno alla pieve costituiva una frazione del Comune rurale di Popiglio (Liber Focorum, C; IV, a: de valle); un’altra frazione era costituita dalla rocca (ibidem, b: de castro). La plebs S. Marie figura negli elenchi delle decime senza nessun ente dipendente (Decime, I, 1386, II 1512) e nei registri delle visite pastorali a partire da quella del vescovo Vivenzi (Visita 1313, c. 84r). La chiesa dugentesca ha subito numerosi trasformazioni all’interno tra il XV ed il XVI secolo, mentre all’esterno è stata demolita l’abside (1890) per ampliare il presbiterio.

BIBL. G. MAGNI, Ricordi. 1555 1594, ms. nell’archivio parrocchiale, REPETTI, IV, pp. 687-688; A. MAZZANTI, L’antico castello e la pieve di Popiglio, Pistoia, 1926; G. LENZINI, La pieve di Popiglio, in Chiese romaniche, pp. 85-89; Patrimonio pp. 91-92; Repertorio, pp. 235-242; M. BRUSCHI, Echi di storia del secolo XVI a Popiglio, “Tremisse pistoiese”, VIII, 1983, n. 2, pp. 37-40.