Ancora nessun commento

VEGLIA DI PENTECOSTE E CRESIME DEGLI ADULTI

Sabato 23 Maggio alle ore 21 nella Basilica Cattedrale di Pistoia si è tenuta la Veglia di Pentecoste presieduta dal Vescovo MONS: FAUSTO TARDELLI , parte integrante della Veglia è stata la Celebrazione Eucaristica nella quale hanno ricevuto il sacramento della Cresima 22 adulti.

Presenti alla Veglia numerosi fedeli e movimenti ecclesiali , tra questi il Rinnovamento nello Spirito.

“Il Rinnnovamento nello Spirito Santo, come movimento ecclesiale nella nostra diocesi, spiega Andrea Bonifacio, ha accolto con molto piacere l’invito che il nostro vescovo, Sua Ecc. Mons. Tardelli, ha fatto alla Chiesa di Pistoia, ed a tutti noi. L’incontro in cattedrale è stato un vero incontro tra il popolo di Dio ed il suo Signore. La partecipazione così nutrita di fratelli e sorelle ha reso ancor più bello l’incontro con lo Spirito Santo.

La cerimonia iniziata in Battistero, con l’accensione delle candele consegnate ad ognuno di noi, ha ricordato la Luce che ci è stata consegnata da Cristo nel giorno del nostro battesimo.

Significative le parole del nostro Vescovo quando nella Sua omelia ha ricordato a tutti i cresimandi adulti, che lo Spirito Santo viene sempre in aiuto nella nostra vita. Tuttavia, non basta riceverlo. Ogni giorno dobbiamo richiederlo, desiderarlo ardentemente nel nostro cuore ed avere sete di questo Dono Immenso che il Signore fa a tutti. Ogni giorno dobbiamo riconoscere che senza lo Spirito Santo non possiamo far nulla. I canti e la partecipazione viva di ogni persona presente, hanno reso ancor più bello questo incontro con Il Signore Gesù.

Signore, per tutto questo ti ringraziamo e ti diamo gloria. Ti chiediamo che lo Spirito Santo continui a scendere sulla nostra Diocesi e sul mondo intero”.

24 MAGGIO, PENTECOSTE IIN CATTEDRALE: CRESIMA PER SEI RAGAZZI DELLE PARROCCHIE DEL CENTRO

ERANO 40 ragazzi di tre parrocchie del centro città si sono preparati a questo importante momento con un ritiro nel Convento di san Francesco a Fiesole ( Fi)

RITIRO A FIESOLE

La testimonianza della catechista SUOR SABIN
Erano 40 ragazzi quest’anno delle parrocchie di san Bartolomeo, della Basilica dell’Umiltà e di san Paolo, a ricevere il sacramento della confermazione dalle mani del nostro vescovo Fausto Tardelli. Una chiesa piena e raccolta , in questo giorno di Pentecoste dove lo Spirito ha effuso i suoi doni in abbondanza. “Oggi è la vostra Pentecoste”, ha detto Mons. Fausto Tardelli ai ragazzi. Il momento più importante e emozionante è stato ‘naturalmente’ l’unzione con lo santo crisma in cui i ragazzi sono diventati i futuri testimoni della fede in cui credono.
I ragazzi si sono preparati a questo momento importante con due giorni di ritiro a Fiesole nel convento dei francescani il sabato 16 e la domenica 17 maggio, sul tema: Lo Spirito fa comunione e manda in missione.

ritiro fiesole 2

La preghiera, i giochi d’animazione, i servizi d’autogestione e le condivisioni hanno preparato il cuore di questi ragazzi a ricevere il dono prezioso dello Spirito Santo. Ma già in questi giorni, abbiamo pregustato i frutti dello Spirito nella gioia, la pace e l’amicizia che ha unito questo piccolo gruppo di discepoli. I due giorni hanno infatti permesso a questi ragazzi provenienti dalle diverse parrocchie del centro storico di conoscersi e di pregare insieme.
E per crescere in questa amicizia e in questa fede, abbiamo proposto ai ragazzi di ritrovarci in un momento di condivisione animato dal gruppo Post-Cresima di san Paolo, che gli accoglierà se vorranno continuare il loro cammino nella Chiesa. Cogliamo l’occasione per invitare i nuovi cresimandi e i loro genitori a un momento importante che avverrà il giovedì 4 giugno alle 21.00, per la processione del Corpus Domini dalla Basilica della Madonna dell’Umiltà fino al Duomo.
Sr Sabine-Emmanuel

Celebrazione delle Cresime in Cattedrale il giorno di Pentecoste 24 maggio
Come avviene ormai da qualche anno, il giorno di Pentecoste, il Vescovo celebra la Messa conferendo il sacramento della cresima ai ragazzi delle parrocchie del centro città. Ogni anno il cammino di preparazione alla cresima si conclude con un ritiro di 2 giorni (sabato e domenica) organizzato dai catechisti e coordinato dai sacerdoti, chiamati a collaborare nel centro città nel percorso di parrocchie in alleanza. Questo momento del ritiro insieme è una bella occasione di collaborazione e di esercizio dei vari carismi al servizio della catechesi. La celebrazione della cresima rappresenta il culmine di questa collaborazione, uniti intorno al nostro vescovo Fausto. Questo percorso di collaborazione continua poi nella proposta di un percorso di formazione dopo-cresima che ormai da qualche anno trova una sua continuità.
Momento importante di questa collaborazione ha visto insieme i catechisti delle parrocchie di S. Bartolomeo, Basilica dell’Umiltà, S.Paolo, con cui abbiamo condiviso l’idea di portare i ragazzi in ritiro. il ritiro è stato fatto nel convento di S. Francesco a Fiesole (Fi) nei giorni di Sabato 16 e Domenica 17 Maggio, solennità dell’Ascensione. I sacerdoti, d. Luca Carlesi e d. Pierluigi Biagioni, hanno scelto come brano biblico il Vangelo di Luca 24,35-53 riguardante la suddetta solennità.Il ritiro è stato strutturato a tappe, cercando di rivivere questo Vangelo. L’itinerario era suddiviso in 5 tappe che sono: costruire il Cenacolo, Cenacolo, Gerusalemme, Tempio, mondo; corrispondenti ai cinque gruppi in cui erano stati divisi i ragazzi. Nella tappa “Costruire il Cenacolo” i ragazzi hanno fatto dei giochi mirati alla conoscenza delle persone, nella seconda tappa “Cenacolo” abbiamo vissuto la parte del brano in cui avviene la testimonianza dei discepoli di Emmaus e la manifestazione di Gesù Risorto drammatizzata durante la cena. La terza tappa “Gerusalemme”, città della testimonianza, abbiamo visto un video che trattava la testimonianza di un sacerdote della Comunità Nuovi Orizzonti. Queste tre tappe sono state fatte durante la giornata di Sabato, conclusasi, con un momento di adorazione eucaristica animata da canti e preghiere spontanee. La Domenica mattina quindi abbiamo pregato con la preghiera della Chiesa Universale ossia con le Lodi e ci siamo preparati per affrontare la quarta tappa, “Tempio”. In questa tappa è stata inserita la celebrazione eucaristica domenicale del convento per cercar di far comprendere ai ragazzi che la missione non è personale, ma comunitaria e che la comunità è la vita parrocchiale avente come centro la S. Messa domenicale. Per quanto riguarda la quinta e ultima tappa, “Mondo”, c’è stata una condivisione generale sia sul ritiro, che sul significato della Missione. E’ emerso da questo ritiro la difficoltà a coinvolgere i ragazzi che apparentemente hanno altri interessi. Dico apparentemente, perché parlando con alcuni ho notato che condividono la bellezza dei valori evangelici e che Gesù li affascina. Allo stesso tempo si sentono soli e non riescono ad andare controcorrente e pertanto vengono presi da quella realtà chiamata mondanità.
Il vescovo Fausto durante l’omelia li ha esortati a vivere oggi lo spirito della Pentecoste, lasciandosi guidare dallo Spirito che è Paraclito, difensore, l’avvocato che non perde mai. Ha preso spunto dalla 2° lettura per dire che ci sono due frutti : quelli che vengono dalla carne e che conducono all’infelicità, quello che viene dallo Spirito che li conduce, se si lasciano guidare, alla realizzazione della felicità vera.

immagine per cresime

articolo a cura di Daniela Raspollini

image_pdfimage_print

Invia un commento