I commenti sono off per questo post

L’INFINITAMENTE PICCOLO: S. FRANCESCO PER ..SAN FRANCESCO

San Francesco nella storia, nella leggenda, nella letteratura e nella musica

Sabato 28 novembre alle ore 17.15, nella chiesa di San Francesco a Pistoia, si terrà la rappresentazione L’infinitamente piccolo ispirata alla vita straordinaria del santo di Assisi. L’iniziativa riprende l’album del cantautore Angelo Branduardi del 2000, che mette in musica la vita di San Francesco di Assisi con testi basati prevalentemente sulle fonti francescane. Vi sono contenuti anche brani che esprimono la traboccante umanità del Francesco storico e innovatore religioso con la sua totale aderenza al Vangelo: dal Cantico delle creature al canto XI del Paradiso dantesco, al Salmo 27 recitato dal santo negli ultimi istanti di vita.

La rappresentazione non intende essere uno spettacolo, ma la condivisione del messaggio di un fratello universale, che si rivolge ad ogni umano e non solo al credente e che perciò può farci sentire tutti più vicini come umani. Francesco infatti seppe andare alle radici che alimentano la nostra umanità. Per poter essere pienamente fratello, aveva incentrato sulla povertà il suo messaggio radicale, che accomunava l’amore per l’uomo a quello per il creato. In un tempo in cui dominava il progetto imperiale di una Chiesa teocratica, in cui si realizzava l’ascesa della borghesia mercantile basata sul potere del denaro e della proprietà, in cui la religione veniva imposta con la violenza, la sua scelta di una povertà integrale si poneva controcorrente sia rispetto alla società che alla Chiesa, ricollegandosi alle origini della fratellanza umana e del cristianesimo. Papa Francesco, con i suoi gesti e con il suo insegnamento riafferma ogni giorno l’attualità dell’esempio del povero di Assisi per una vera e autentica testimonianza cristiana in piena coerenza con la parola del Vangelo e con l’insegnamento di Gesù.

La scelta di essere qui stasera, vuole anche esprimere, condividendo la loro sofferenza, tutta la nostra vicinanza ai padri francescani che sono stati, proprio da questa chiesa, una luce di spiritualità e di fratellanza per la città.

La realizzazione è curata da Maria Celeste Benedetto in collaborazione con l’Associazione Culturidea e con il Centro di documentazione e di progetto “don Lorenzo Milani” di Pistoia – Letture di Beatrice Papi e di Mauro Matteucci – Voci: Maria Celeste Benedetto, Erika Franceschetti, Andrea Mazzei, Michela Panfili, Rosalvo Perticone – Flauto: Valentina Marrassini – Clarinetto: Andrea Mazzei – Violino: Roberto Duma – Chitarra: Rosalvo Perticone – Percussioni: Marco Fattibene – Tastiere: Luciano Vannucci.

Mauro Matteucci – Centro “don Milani” di Pistoia

image_pdfimage_print

I commenti sono chiusi .