Ancora nessun commento

IN PELLEGRINAGGIO A MONTENERO

30 maggio 2015

PELLEGRINAGGIO DI TUTTI I CONSACRATI DELLA TOSCANA CON I LORO VESCOVI AL SANTUARIO DELLA MADONNA DELLE GRAZIE DI MONTENERO

per articolo 30

Pellegrinaggio al Santuario di Montenero

Il 30 maggio tutti i consacrati e le consacrate della Toscana insieme ai loro Vescovi sono andati in pellegrinaggio al Santuario della Madonna delle Grazie di Montenero.
Eravamo circa 300 persone e abbiamo vissuto una giornata ricca di spiritualità nella gioia della condivisione dei diversi carismi. Abbiamo iniziato camminando e pregando per recarci al Santuario dove si è iniziato con la Celebrazione Eucaristica. Molto ricca di spunti di riflessione è stata l’omelia del nostro Vescovo Delegato Regionale per la Vita Consacrata: Mons. Fausto Tardelli, riprendendo le parole di Papa Francesco ci ha esortati a vivere il passato con gratitudine, il presente con passione e il futuro con speranza. Si è fermato poi soprattutto sul presente dove passione significa vivere il carisma, nella gioia di andare controcorrente. La gioia del Vangelo viene da una vita donata e alimentata ogni giorno dalla contemplazione di un Dio che è fedele sempre. Poi ha concluso rivolgendosi a Maria perché lei ci insegni a dire ogni giorno il nostro sì.
Nel pomeriggio abbiamo ascoltato la Lectio Divina di Padre Alessandro Barban Priore Generale del Monastero di Camaldoli, ci ha offerto una riflessione sul brano di Luca di Marta e Maria, mettendo in luce l’importanza del saper contemplare e fare silenzio per poter essere uomini e donne capaci di “uscire” e riconoscere il volto di Gesù nei fratelli e nelle sorelle che incontriamo sulle nostre strade.
Successivamente ci ha parlato Sr. Monica Della Volpe del Monastero delle Trappiste di Valserena, ci ha offerto una profonda riflessione su: “Vita Consacrata e Contemplazione”.
È stata una giornata molto bella, il grazie è ciò che sgorga dal cuore per questo momento di comunione profonda, vissuta tra i diversi carismi; sotto la protezione di Maria che ci esorta a vivere con sollecitudine e gioia il Vangelo.

 

image_pdfimage_print

Invia un commento