I commenti sono off per questo post

IL 7 GENNAIO “TIME OUT”: RITIRO DIOCESANO PER I GIOVANI INSIEME AL VESCOVO

Il 7 gennaioTime Out”! Time out è un giornata di ritiro dedicata ai giovani della diocesi. Ce lo presenta Padre Simone Panzeri.

A chi è rivolto il ritiro? Dove si svolgerà? Occorre iscriversi?

Il ritiro proposto dalla Pastorale Giovanile Diocesana per iniziare l’anno col piede giusto, si svolgerà sabato 7 gennaio, dalle 9.30 alle 18.30, presso la Parrocchia di Valenzatico (comune di Quarrata). Per l’iscrizione non occorre nessun preavviso o nessuna quota di partecipazione, basta, ed è necessaria, una dose di buona volontà e di tempo da dedicare al Signore per essere pronti ad ascoltarlo mentre interroga la nostra vita.

Detto ciò, l’unica cosa che occorre portare è il pranzo al sacco.

Time out è l’occasione per fermarsi e riflettere. Quanto è importante creare un’occasione di silenzio e meditazione nei giovani?

Abbiamo pensato questo momento di “time out”, di “fermata” appunto, proprio nel tempo “sospeso” delle vacanze di Natale in cui non ci si è ancora immersi a pieno nelle attività quotidiane e all’inizio del nuovo anno, perché crediamo che questo ci metta in un buon clima di ascolto della Parola del Signore. Non è ancora ripresa la routine quotidiana di scuola e lavoro e, all’inizio del cammino dell’anno, è l’occasione per fare il punto della situazione per affacciarsi con speranza e spirito rinnovato al nuovo anno. È quindi importante dedicare spazio e tempo per chiedersi: come voglio vivere questi nuovi giorni che il Signore mi dona? Dove Lui vuole condurmi in questo nuovo tratto del cammino della mia vita?

Questo lavoro di introspezione davanti al Signore è molto importante per evitare di lasciarsi vivere dalle innumerevoli cose da fare. Può invece aiutarci a dare senso e direzione ai nostri giorni, capendo cosa Dio vuole dalla nostra esistenza e cosa ciascuno di noi porta nel cuore come bagaglio spirituale per continuare il viaggio della propria vita. Come diceva San Giovanni Paolo II: “Sono un viandante sullo stretto marciapiede della terra, e non distolgo il pensiero dal Tuo volto che il mondo non mi svela”. Per questo, durante il ritiro, ci faremo illuminare dalla figura evangelica dei Magi che, intraprendendo un viaggio per seguire una stella, un desiderio, un sogno, sono approdati a incontrare Dio. Dall’incontro con Gesù, il “Dio con noi”, sono ripartiti per riprendere la loro strada di vita col cuore pieno di Gioia.

Ci guiderà nelle meditazione il nostro Vescovo Fausto e, nelle attività che proporremo, cercheremo di aiutare i giovani a districarsi nel mondo dei desideri per iniziare a discernere nella propria vita la luce di Dio che li guida alla Gioia vera.

 Time out si inserisce nel percorso annuale proposto dall’Ufficio di PG intitolato “Wanted”. Parlando di giovani “Cercatori–ricercati” possiamo fare riferimento ai magi, cercatori di Dio preceduti dalla stella…

Il titolo è volutamente reso con un gioco di parole per evidenziare sinteticamente l’esperienza che i Magi hanno fatto: sono partiti alla seguendo una stella, cercando un Re appena nato e, alla fine del loro viaggio,  hanno colto invece la gioia di essere loro stessi oggetto della ricerca di Dio.

Da dove nasce la gioia così grande che hanno provato nell’incontro col Signore, se non da un evento inatteso che ha colto di sorpresa la loro vita?

Si aspettavano di incontrare il figlio di un re ed invece, incontrano Dio in un piccolo bambino nato nella piccola città di Betlemme. Si aspettavano di trovare qualcosa e le loro attese sono state sorpassate da qualcosa di più grande. Cercavano la gioia e la gioia li ha raggiunti in un modo sorprendente. La loro è un’esperienza che esce dall’ovvietà dell’ordinario.

Di solito noi pensiamo che “volere è potere” e allora ci gettiamo a capofitto nel cercare di costruirci da soli la felicità che cerchiamo, i Magi ci insegnano invece a metterci semplicemente in viaggio, ad avere la forza di compiere questo viaggio con gli occhi e il cuore aperti per accogliere i Doni che Dio, a volte inaspettatamente, ci mette dinanzi. La gioia nasce dall’incontro con qualcosa di inatteso che irrompe nella nostra vita. Forse siamo un poco tristi perché non siamo capaci di aspettare questo Inatteso che viene ad incontrarci. Non ci fidiamo più tanto di Dio e del suo Amore che può seminare Gioia nelle nostre vite, nei nostri giorni; la vita, diciamo, è piena di problemi da affrontare. Nel ritiro cercheremo di gioire nel sentire che Dio ci coglie così, in un incontro con un Inatteso Bambino che ci dona il Suo Amore.

Come si svolgerà nel corso del 2017 il percorso della pastorale giovanile?

I prossimi appuntamenti della Pastorale Giovanile saranno:

il 16 marzo, nel tempo di Quaresima quindi, alla Basilica della Madonna dell’Umiltà, un momento di preghiera di riconciliazione;

7 maggio alle 21, presso la Parrocchia di San Francesco, il concerto-testimonianza del gruppo “The Sun”;

il 2 luglio una uscita di condivisione e fraternità in montagna (stiamo ancora pensando la méta di questa giornata).

Daniela Raspollini

FB: https://www.facebook.com/events/709148792583744/

image_pdfimage_print

I commenti sono chiusi .