I commenti sono off per questo post

I VENT’ANNI DEL PROGETTO POLICORO

Il progetto POLICORO compie vent’anni. Per ricordare il cammino fatto e progettare il futuro di questa iniziativa sabato 7 novembre si è svolto in Seminario a Pistoia un incontro di formazione regionale del Progetto Policoro. Per l’occasione abbiamo incontrato Federico Pierattini animatore di comunità della nostra Diocesi.

Il Progetto Policoro nasce a Pistoia nel gennaio del 2012spiega Federico -, esso prevede la costruzione di relazioni con enti e organizzazioni in grado di portare avanti in modo congiunto le finalità per cui il progetto è nato, cioè l’evangelizzazione del mondo del lavoro, l’incontro con i giovani, la promozione della legalità, di una nuova cultura del lavoro in una prospettiva di comunità e infine – ma fondamentalmente si tratta dell’obbiettivo del progetto- lo sviluppo d’imprenditorialità soprattutto di tipo cooperativo: i famosi gesti concreti.

Come viene condotto il progetto Policoro e quanti sono i gesti concreti realizzati fino ad ora?
Il Progetto Policoro è portato avanti dalla figura dell’animatore di comunità (per la Diocesi di Pistoia Federico Pierattini). Nella nostra Diocesi sono già nati cinque gesti concreti: quattro ormai radicati sul territorio, cioè l’asilo nido “ArcoBalocco” alla Ferruccia, l’impresa KeepUP, che ha l’obiettivo di offrire servizi di comunicazione su piattaforme di tipo web e mobile e che ha anche realizzato l’attuale sito diocesano; l’Associazione Culturale “Da 0 a 10”, che effettua servizio di baby-sitter indirizzato a bambini da 0 a 10 anni; il motonoleggio “Need to BiKe“ e, infine, la neonata Associazione di promozione sociale “GolosaMente”.Quest’ultimo gesto è nato il 22 febbraio scorso. Scopo dell’Associazione è quello di farsi spazio nel tessuto sociale per creare momenti di incontro, di aggregazione e di crescita attorno ad argomenti di interesse collettivo, in un clima di familiarità e accoglienza. Per incontrare i vari interlocutori è stato scelto, come veicolo, il cibo in tutte le sue sfaccettature. Per raggiungere gli scopo prefissi l’Associazione si farà portavoce di una serie di iniziative, alcune delle quali rivolte ai soci, altre rivolte a tutta la comunità, che potranno comprendere: Laboratori didattici, incontri di gruppo individuali con professionisti, corsi per la manipolazione di alimenti rivolti a bambini, ragazzi e adulti.

Il 14 dicembre 2015 Policoro compirà i suoi primi vent’anni di cammino: vent’anni di proposte e progetti che hanno portato e continuano a portare frutto sul territorio.
Papa Francesco – nella sua visita pastorale a Cassano all’Ionio – aveva definito il Progetto Policoro “un segno concreto di speranza per i giovani che vogliono mettersi in gioco e creare possibilità lavorative per sé e per gli altri” e aveva concluso con quello che è diventato il suo motto: “Voi cari giovani, non lasciatevi rubare la speranza!”.

Ecco allora l’idea: celebrare questo anniversario proprio con Papa Francesco, pronti ad accogliere ancora una volta le sue parole e il suo incoraggiamento. L’appuntamento sarà lunedì 14 dicembre in Aula Paolo VI a Roma alle ore 10.00.

I rappresentanti del Progetto verranno da tutta Italia, compresa la delegazione di Pistoia. Saranno presenti il vescovo Mons. Fausto Tardelli, ci sarò io (Federico Pierattini ndr) come animatore di Comunità, insieme alla nuova animatrice Annalisa Rafanelli, al tutor Edoardo Baroncelli e all’equipe formata dai direttori dei seguenti uffici pastorali: Caritas, Pastorale Sociale del Lavoro e Pastorale Giovanile. Inoltre parteciperanno i membri dei gesti concreti nati grazie al progetto di Pistoia: Keep Up, Cuccumea, Need to Bike, Associazione culturale Golosamente, Eco Habitat e i rappresentanti della “filiera” del progetto, fra cui Confcooperative Pistoia, CNA Pistoia, Confartigianato Pistoia e tutte le persone che collaborano con il progetto.

Daniela Raspolliniudienza

image_pdfimage_print

I commenti sono chiusi .