I commenti sono off per questo post

I FRANCESCANI CONVENTUALI LASCIANO SAN FRANCESCO. MARTEDI 4 OTTOBRE IL SALUTO ALLA DIOCESI

Dopo oltre sette secoli i Padri Francescani lasciano la nostra diocesi. Abbiamo incontrato Padre Dino Bertagna, che si fa portavoce dei confratelli Claudio e Piergiorgio, per salutare la diocesi e la città di Pistoia. I francescani conventuali di San Francesco accompagnano il loro sentito ringraziamento alla richiesta di perdono per le eventuali omissioni nell’apostolato svolto in questi anni.

Quest’anno – ci fa notare padre Dino visibilmente commosso – celebreremo per l’ultima volta a Pistoia la festa di San Francesco. Per questa ricorrenza sono previsti due significative celebrazioni: lunedì 3 ottobre alle ore 21 la liturgia del transito sarà presieduta dal Priore dei Frati Domenicani Padre Alessandro Cortesi a ricordo dell’amicizia tra S. Francesco e San Domenico. Martedì 4 -ricorda Padre Dino- per la Festa di San Francesco celebreremo una messa di addio, quindi, nei giorni successivi lasceremo la chiesa e il convento ai Padri Betharrammiti che prenderanno il nostro posto.

Alle ore 18 di martedì 4 ottobre, la solenne Eucarestia per San Francesco sarà presieduta dal Vescovo Fausto Tardelli alla presenza del Sindaco e delle autorità. Padre Dino e i suoi confratelli saranno impegnati in nuove forme di apostolato programmate in seguito all’unificazione delle “province” francescane. Resta il dispiacere, nonostante le richieste dei fedeli e l’interessamento del Vescovo, di perdere una presenza documentata a Pistoia fin dal 1232. Del resto, secondo la tradizione, lo stesso Francesco d’Assisi sarebbe venuto a Pistoia proprio nel 1220, ospitato in alcuni locali poi identificati nella canonica di San Vitale.

Per ringraziare i frati francescani del prezioso servizio pastorale svolto a Pistoia venerdì 30 settembre alle ore 21, nella chiesa monumentale di San Francesco, si terrà la rappresentazione de La Buona Novella dall’album di Fabrizio de André, pubblicato nel 1970. “L’iniziativa di rappresentare, anzi di condividere lo spettacolo ‘La Buona Novella’- precisa Mauro Matteucci che promuove il progetto – è un omaggio e un ringraziamento dovuto ai frati di San Francesco, che tra pochi giorni lasceranno questa chiesa e la nostra città, senza di loro sicuramente più vuote”. La realizzazione è  curata da Maria Celeste Benedetto in collaborazione con il Centro di documentazione e di progetto “don Lorenzo Milani” e con il patrocinio del Comune di Pistoia.

Daniela Raspollini

I commenti sono chiusi .