I commenti sono off per questo post

DINANZI ALLA SACRA FAMIGLIA

In prossimità della Festa dell’Epifania, continuazione del mistero di Natale, noi tutti siamo ancora in adorazione davanti al presepe dinanzi alla Sacra Famiglia. Questo tempo liturgico ci invita a riscoprire il valore della famiglia icona dell’amore di Dio. A Roma qualche settimana si è svolto il giubileo delle famiglie; 50.000 fedeli sono accorsi a Roma per stringersi attorno al Santo Padre per testimoniare la bellezza del sacramento del matrimonio. Nel giorno della Festa della Sacra Famiglia, presso la Basilica della Madonna dell’Umiltà, si è svolto un incontro per dare testimonianza al valore del matrimonio cristiano.

“L’annuncio del Vangelo passa attraverso la famiglia”, sottolinea Lorella Dolci che fa parte del gruppo famiglie di San Paolo.
“Lo scopo della celebrazione del nostro piccolo “Giubileo della famiglia” presso la Chiesa della Madonna dell’Umiltà è stato quello di rendere visibili la bellezza e il valore del matrimonio cristiano, di incoraggiare le famiglie a prendere coscienza dell’importanza che hanno nella Chiesa e nella società. L’annuncio del Vangelo passa attraverso la famiglia per raggiungere i diversi ambiti della vita quotidiana. La Celebrazione della festa della Santa Famiglia è stata una grande occasione per meditare sui segni di speranza che la famiglia di Nazareth ci consegna e sulle vocazioni delle famiglie cristiane ad essere sempre più conformi alla famiglia di Gesù Maria e Giuseppe”.

La famiglia di Nazareth oggi quale messaggio ci può dare ?

Il messaggio della famiglia di Nazareth oggi è essenzialmente un messaggio di pace, di fede, di misericordia e di amore. La famiglia di Nazareth proclama al mondo che la famiglia è opera stupenda di Dio, voluta da Lui.
La Sacra Famiglia ci richiama a quei valori spirituali che sono essenziali perché il matrimonio resista nel tempo agli attacchi del mondo: la stima reciproca, il perdono, la conoscenza, l’umiltà, il pregare insieme, la carità, l’apertura alla vita in tutte le sue forme.
La celebrazione della Festa della Sacra famiglia è stata una bella occasione di preghiera, riflessione e condivisione con le famiglie dei nostri due gruppi famiglia parrocchiali e con altre che si sono aggregate a noi. Con il rinnovo delle promesse matrimoniali abbiamo voluto ravvivare in ognuna delle nostre famiglia, attraverso il dono dello Spirito Santo, l’amore totale, unico e fedele che ci lega.

Abbiamo celebrato da poco la Solennità di Maria SS. ma Madre di Dio quale significato ha questo per voi?

A Maria abbiamo affidato le nostre famiglie perchè la Madre di Dio e Madre nostra, perfetto modello di vita della famiglia e delle virtù domestiche, ci guidi e protegga sempre. –Lorella prosegue la sua testimonianza soffermandosi sul valore della condivisione e sulla fraternità-. Bello è stato poi anche poter condividere insieme il pranzo in semplicità, ma felici di stare insieme coppie, figli, anziani nella certezza che tutta la grande rete delle relazioni umane scaturisce e continuamente si rigenera a partire da quel rapporto con cui un uomo e una donna si riconoscono fatti l’uno per l’altra e decidono di fondere le proprie esistenze in un unico progetto di vita: “Per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una sola carne” (Gn 2,24). L’incontro promosso dalla parrocchia di San Paolo ha avuto anche la finalità di invitare altre famiglie ad incamminarsi in un percorso di fede e di preghiera.
All’inizio di questo nuovo anno, nello Spirito del Giubileo della Misericordia, come ci ricorda il nostro vescovo Fausto, ciascuno è chiamato ad adottare un impegno concreto per contribuire a migliorare la realtà in cui vive a partire dalla propria famiglia“.

Daniela Raspollini

image_pdfimage_print

I commenti sono chiusi .